Scrivo Bene

Scrivo Bene: trattamento disortografia

Per i bambini in fase di acquisizione dell’abilità ortografiche e per coloro che presentano un Disturbo Specifico dell’Apprendimento (Disortografia).

Contattaci
Scrivo Bene disortografia

Come trattare la disortografia grazie alla web app Scrivo Bene

Trattare la disortografia

La disortografia è un disturbo specifico della scrittura, caratterizzato dal mancato rispetto delle regole di trasformazione del linguaggio parlato in linguaggio scritto, non imputabile al mancato addestramento o a deficit intellettivi, motori e/o sensoriali.

One Health Vision, insieme a Istituto Santa Chiara, ha sviluppato un’applicazione per il trattamento della disortografia: Scrivo Bene.

Scrivo Bene mira al trattamento delle difficoltà relative alla conversione fonema-grafema e alle difficoltà nel recupero di una parola dal lessico ortografico.

L’obiettivo è quello di stimolare e potenziare la competenza ortografica tramite l’acquisizione della consapevolezza fonemica.

SCOPRI DI PIÙ

Perché scegliere Scrivo Bene per stimolare le capacità ortografiche

Si pone come uno strumento efficace sia per l’utilizzo ambulatoriale da parte dello psicologo o del logopedista, sia per il trattamento domiciliare tramite l’affiancamento del genitore o caregiver.

Propone, grazie ai suoi esercizi, una puntuale stimolazione delle componenti del sistema fonologico coinvolto nei processi di scrittura, fino a giungere poi alla fase di scrittura delle parole attraverso il recupero del loro significato dal magazzino lessicale.

Scrivo bene è una web app utilizzabile ovunque: basta un pc e una connessione a internet.

Grazie ai suoi esercizi assicura una puntuale stimolazione delle componenti del sistema fonologico coinvolto nei processi di scrittura, fino a giungere poi alla fase di scrittura delle parole attraverso il recupero del loro significato dal magazzino lessicale.
Un software riabilitativo per il processo di scrittura ortografica economico.

I nostri professionisti offrono un supporto continuo.

SCOPRI DI PIÙ
Anteprima esercizi

Scrivo Bene per trattare la disortografia

COME FUNZIONA

Durante la presentazione di una parola sullo schermo la persona immagazzinerà le proprietà fisiche della parola stessa nei rispettivi magazzini sensoriali:
– la forma delle lettere andrà nella memoria iconica
– il loro suono nella memoria ecoica.

Affinché una sequenza grafemica e/o fonologica venga immagazzinata nel repertorio lessicale è importante che avvenga il trasferimento dal magazzino di memoria a breve termine al magazzino a lungo termine

L’OBIETTIVO PRINCIPALE

L’obiettivo del training proposto da Scrivo bene è quello di interrompere la sequenzialità dei grafemi acquisiti e immagazzinati in maniera errata.

Affinché possa esserci un cambiamento è fondamentale che la mappa mentale relativa alla rappresentazione mnestica della sequenza di grafemi subisca un’interruzione proprio nell’esatto momento in cui avviene l’errore.

Questo permettere di sovrascrivere il nuovo apprendimento sulla precedente traccia errata e stabilizzare nel tempo la nuova acquisizione corretta.
Una correzione o modifica della traccia differita nel tempo non produce lo stesso effetto.

SCOPRI DI PIÙ

GAMIFICATION E LEARNING

Il software Scrivo Bene si sviluppa sul principio della gamification e learning, l’apprendimento viene stimolato dalle dinamiche di gioco che prevedono il superamento di prove al termine delle quali si riceve un premio o gratificazione.

Il fine è stimolare un approccio al trattamento sempre più autonomo e volto a potenziare la motivazione per sostenere i nuovi apprendimenti.

Il sistema di premi e ricompense completa dunque il processo formativo, generando reazioni socio-emotive positive che facilitano l’apprendimento profondo.

Scrivo Bene è un trattamento riabilitativo basato su alcuni principi!

MEMORIA

Affinchè una sequenza grafemica e/o fonologica possa essere immagazzinata nel proprio repertorio lessicale è importante che avvenga il trasferimento delle informazioni dal magazzino di memoria a breve termine al magazzino a lungo termine.

Questo processo avviene tramite i meccanismi di controllo che manipolano il flusso di informazioni in entrata.

CODIFICA E IMMAGAZZINAMENTO

I più importanti processi di controllo sono la reiterazione, la codifica e l’immagazzinamento.

La reiterazione (o ripetizione) svolge un ruolo fondamentale nella permanenza degli stimoli nella memoria a breve termine per un tempo adeguato a permetterne la loro copia nel magazzino a lungo termine.

REGISTRAZIONE INFORMAZIONI

Il tipo di codifica, cioè quali aspetti dell’informazione vengono registrati, determina ciò che verrà ricordato.

Il recupero è importante per estrapolare le informazioni dal magazzino di memoria a lungo termine.

Consulenza gratuita con un clinico esperto nel trattamento della disortografia

Con l’acquisto del software Scrivo Bene, One Health Vision assicura il supporto clinico di un esperto Istituto Santa Chiara.

VANTAGGI:

  • Consulto specialistico
  • Personalizzazione del Protocollo riabilitativo
  • Servizio esclusivo

Ogni abbonato potrà richiedere 1 consulenza gratuita online, della durata di 30 minuti, con logopedisti e psicologi/psicoterapeuti di Istituto Santa Chiara esperti del metodo Scrivo Bene.

Clinico esperto
SCOPRI DI PIÙ

Gli esercizi ogni esigenza di scrittura ortografica

1. LEGGI E SCRIVI

2. ASCOLTA E SCRIVI

3. SCEGLI LA CORRETTA

4. COPPIA CHE SCOPPIA

5. OCCHIO ALL’ERRORE

6. IL DETTATO

1. Leggi e scrivi

L’obiettivo dell’esercizio è quello di stimolare la discriminazione dei grafemi che compongono le parole attraverso il processamento di informazioni visuo-spaziali e successivamente scriverle correttamente. Ciò permette alla persona con disortografia di familiarizzare con la struttura morfosintattica delle parole.

Inoltre l’attività di ricerca visuo-spaziale dei singoli grafemi sulla tastiera del computer consentirà un lavoro sui processi di analisi e segmentazione fonemica della parola.

È possibile impostare il tempo iniziale di presentazione della parola stimolo sul video e il set di parole su cui esercitarsi.

SCOPRI DI PIÙ
Leggi e scrivi con l'applicazione

2. Ascolta e scrivi

È un training di discriminazione uditiva che prevede l’ascolto di parole in modo da coglierne le componenti fonologiche e convertirle in grafemi, scritti correttamente. Il riconoscimento dei suoni permette di acquisire e sviluppare la consapevolezza fonemica indispensabile a riconoscere i fonemi che compongono le parole e non omettere o aggiungere grafemi durante il processo di conversione.

È possibile impostare il tempo iniziale di presentazione della parola stimolo sul video e il set di parole su cui esercitarsi.

3. Scegli la corretta

Training di decisione lessicale in cui è chiesto al bambino di scegliere la parola corretta tra due stimoli presentati. Importante è l’acquisizione della consapevolezza dell’errore e l’apprendimento di un controllo dei processi automatici di scrittura.

È possibile impostare il tempo iniziale di presentazione della parola stimolo sul video e il set di parole su cui esercitarsi.

SCOPRI DI PIÙ

4. Coppia che scoppia

L’esercizio si basa su un compito di decisione lessicale seguito da un compito di scrittura della parola correttamente identificata, quindi dopo presentazione di due parole, una corretta e l’altra sbagliata, il bambino dovrà scrivere la scelta effettuata.

Se il bambino legge correttamente si presume che sia capace di individuare rapidamente quali stringhe di lettere costituiscano parole a lui note.

Il concetto di riconoscimento presuppone, quindi, che le parole conosciute dal lettore siano rappresentate in una parte della sua memoria, il lessico mentale. Per lessico mentale si intende un insieme organizzato di unità di rappresentazione corrispondenti a parole che si attivano in risposta alla stimolazione sensoriale.

È possibile impostare il tempo iniziale di presentazione della parola stimolo sul video e il set di parole su cui esercitarsi.

SCOPRI DI PIÙ
Coppia che scoppia

5. Occhio all’errore

L’obiettivo del training è quello di stimolare un’elaborazione dello stimolo presentato potenziando lo sviluppo della consapevolezza ortografica identificando gli errori contenuti nelle parole stimolo presentate. Dopo la presentazione di un brano contenente parole presentate in modo scorretto il bambino dovrà dapprima identificarle e selezionarle per poi proporre, tramite un esercizio di scrittura, la parola corretta. È possibile impostare il tempo iniziale di presentazione della parola stimolo sul video e il set di parole su cui esercitarsi includendo il tipo di errori e la loro percentuale.

6. Il dettato

L’esercizio racchiude in sé il training sulle componenti specifiche della scrittura, permette infatti di stimolare la componente della discriminazione fonemica, dell’associazione e conversione fonema-grafema e del recupero della forma ortografica delle parole ascoltate. Quest’ultimo processo è importante per lo sviluppo della componente lessicale utile a discriminare per esempio le parole omofone non omografe (lago-l’ago).

È possibile scegliere tra la presentazione della parola o della frase.

SCOPRI DI PIÙ

DUE MODI PER ESERCITARSI CON SCRIVO BENE

ALLENA LA MEMORIA ORTOGRAFICA

Nel tempo di latenza che intercorre tra la presentazione di uno stimolo visivo e/o uditivo e il momento in cui si deve scrivere creo una rappresentazione mentale della sequenza grafemica che compone una parola e che, grazie al processo di ripetizione mnestica, verrà immagazzinata nel repertorio lessicale.

Tramite questi processi cognitivi si sarà in grado di ampliare la mia memoria ortografica arricchendola di sequenze grafemiche sempre più corrette.

Tutto ciò mi permetterà di rendere automatico l’accesso alla parola corretta.

SCRIVO VELOCE

La velocità di scrittura è un’abilità, generalmente, rallentata in una persona disortografica. Nell’esercizio occorrerà scrivere entro un range di tempo predefinito espresso in secondi.

Scrivere veloce significa andare incontro a un processo di automatizzazione dell’abilità e un miglioramento dell’intero processo di scrittura.

Con automatismo s’intende una reazione a uno stimolo che si verifica rapidamente proprio perché la risposta è già fissata nel nostro repertorio lessicale e si attiva naturalmente senza “sforzo” cosciente.

QUALI SONO I TEMPI PREVISTI PER LA RIABILITAZIONE DELLA DISORTOGRAFIA CON SCRIVO BENE?

Il trattamento intensivo si svilupperà in un periodo di 3 mesi grazie a un training quotidiano di almeno 20 minuti al giorno (7 giorni su 7).

L’obiettivo è stimolare l’overlearning cioè il superapprendimento del nuovo materiale che permette di disapprendere le modalità errate di rappresentazione mentale di una parola e sostituirla con una nuova sequenza corretta.

L’overlearing si basa sui principi dell’apprendimento: ogni abilità acquisita deve essere trattata in modo intensivo finché non viene completamente e definitivamente fissata, si giunge così all’automazione del compito e al rafforzamento e integrazione del materiale e delle abilità apprese.


Partner d’eccezione in ambito sanitario

L’esperienza degli specialisti di Istituto Santa Chiara assicura alla competenza tecnica di One Health Vision una solida e forte base.

Questo ci consente di progettare e realizzare software riabilitativi per trattare con efficacia i più diffusi disturbi.

Istituto Santa Chiara

Vuoi parlare con un nostro esperto?

Consulente e responsabile informatico

Leandro

Consulente e responsabile informatico

Consulente e responsabile Informatico
+39 351 7547089
Grazie, il messaggio è stato inviato correttamente!
Si è verificato un errore durante l'invio del messaggio. Per favore riprova.

Accetto di essere ricontattato